photodune-4q4NK6HO-water-background-with-ripple-xl.jpg
simbolo TM white.gif

Habitat Evolutivo 

Quando un luogo può far rinascere
la parte più bella di te

Che l'ambiente abbia un effetto sull'uomo non è una novità.
Con il concetto di Habitat  Evolutivo™ intendo confermare ed arricchire questa verità di nuove ipotesi e spunti, utili a chi vuole migliorare la propria vita grazie ad una interazione evoluta con i luoghi in cui abita o lavora.

Il tutto parte da una conoscenza più approfondita di se stessi, del proprio potere personale, e di alcune importanti dinamiche del rapporto uomo-ambiente, che traggono origine dalla fisica quantistica ed epigenetica.

Caterina Locati

Cos'è un Habitat Evolutivo

Se desideriamo supportare il nostro benessere psicofisico e interiore, è vitale vivere in un Habitat Evolutivo™.

L'Habitat Evolutivo™ è un particolare contesto energetico che si crea nei nostri luoghi - aperti o chiusi - e che genera emozioni positive, senso di centratura, efficienza fisica e mentale, stabilità emotiva. 

 

Le basi per la creazione di un Habitat Evolutivo™ risiedono in alcuni principi di Fisica Quantistica ed Epigenetica, e la sua creazione può avvenire con diverse modalità, la cui caratteristica comune è l'elevata componente emozionale.

Alcune domande...

  • È possibile trasformare in modo semplice la nostra casa o luogo di lavoro in un luogo coerente, cioè un luogo in grado di nutrire la nostra intelligenza, il nostro corpo, il nostro cuore, le nostre relazioni, e nel quale possano germogliare le nostre potenzialità più positive?

  • Fino a che punto l'ambiente in cui viviamo può condizionare il nostro benessere psicofisico, interiore, le nostre emozioni, pensieri, azioni?

  • Cambiando il nostro atteggiamento e la nostra relazione profonda con l'ambiente nel quale viviamo o lavoriamo, esso può cambiare? Come?

Per rispondere a queste domande occorre aprirsi a nuove e meravigliose dimensioni dell'abitare e... di se stessi! 

 

La testimonianza di Bruce Lipton

"Una delle discipline più avanzate oggi in campo scientifico è l’Epigenetica, la scienza di come l’ambiente controlla l’attività dei geni.

Piuttosto che essere “vittime” della nostra ereditarietà, possiamo controllare l’espressione dei nostri geni progettando ambienti che supportino e migliorino la nostra salute e benessere. È assolutamente importante che l’architettura sia arricchita di fondamenti biologici che permettano alla progettazione di migliorare la qualità della vita delle persone.

In conclusione, appoggio totalmente il lavoro di Caterina Locati, perché le sue intuizioni sono assolutamente in linea con la creazione di ambienti che nutrono il cuore, la mente e l’anima delle persone aiutandole a manifestare il loro pieno potenziale.

Bruce H. Lipton, PhD, biologo cellulare e autore dei bestseller “la Biologia delle credenze” e “L’effetto luna di miele”.

Caterina Locati-Bruce Lipton-2.jpeg
Caterina Locati-Bruce Lipton-4.jpg
 

Come creare
il tuo
Habitat Evolutivo 

Non c'è nulla di più emozionante di lavorare con un luogo mettendo in luce le sue potenzialità nascoste.

Non c'è nulla di più appagante di vedere come questi luoghi "si accendano" innescando dinamiche di profondo nutrimento per le persone che li abitano.

Tutto questo, non è un gioco, non è semplice, non è aleatorio.

Piuttosto, è un processo profondo destinato ad incrementare il benessere psicofisico e interiore delle persone, lavorando con le componenti intangibili dei luoghi e coinvolgendo le persone in emozionanti percorsi di consapevolezza dei propri bisogni profondi, che il luogo in cui vivono o vivranno può aiutare a soddisfare in modo naturale.

Un Habitat Evolutivo si può creare con diverse modalità. 

Le principali sono:

ATTIVAZIONE DI COERENZA

PROGRAMMAZIONE EMOZIONALE ABITATIVA

Entrambe sono svolte da Caterina Locati che propone anche consulenze personalizzate tramite Sessioni on line.

È possibile inoltre rivolgersi ai "T-Builders"Facilitatori accreditati, che potranno anche seguire con passione e professionalità eventuali processi progettuali.

Sia l'Attivazione di Coerenza sia la Programmazione Emozionale Abitativa possono essere svolte in ambienti esistenti per i quali non si intende necessariamente procedere con modifiche sostanziali nell'arredamento o nel layout, oppure a luoghi in fase di progettazione, costruzione o ristrutturazione.

Le domande che possono portare ad aprirsi a questi metodi, sono:

LUOGHI ESISTENTI:

  • Posso stare meglio nell'ambiente in cui vivo? 

  • L'ambiente in cui vivo sento che mi scarica, posso fare qualcosa per migliorare il mio benessere senza necessariamente stravolgere arredi o layout?

  • Può, il luogo in cui vivo, aiutarmi a raggiungere gli obiettivi a cui tengo di più?

LUOGHI DA PROGETTARE/REALIZZARE:

  • È possibile affiancare al normale processo di progettazione un metodo semplice ed efficace che mi aiuti nel raggiungimento di elevati livelli di benessere? 

  • Esistono professionisti che, oltre alla parte tangibile ed estetica del progetto, danno la dovuta importanza alla componente emozionale delle persone e alla parte intangibile dei luoghi?

  • Come far in modo che il luogo che mi accoglierà potrà essere veramente portatore di equilibrio, sicurezza, armonia, benessere?

  • Mi sento pronto/a vivere un processo di progettazione emozionante e fuori dal comune?